I contenuti editoriali Solmap sono cessati a gennaio 2018.
E' possibile continuare a consultare gli archivi storici.

News

News del 07 dicembre 2017
Raddoppio dei termini per il Fisco anche se il reato è prescritto
La Cassazione, con l’ordinanza 28916/2017, accoglie il ricorso dell’Agenzia delle Entrate.
L’Amministrazione Finanziaria ha più tempo per gli accertamenti: il raddoppio dei termini è infatti consentito anche qualora il reato fiscale sia già prescritto. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con l’ordinanza 28916/2017, con la quale il Palazzaccio ha accolto il ricorso delle Entrate.

La Corte ha ribaltato la decisione della CTR: la soglia della rilevanza penale – relativa al raddoppio dei termini – è da valutarsi al momento in cui è stata commessa la violazione. Ai fini del solo raddoppio dei termini, rileva l’astratta configurabilità di un’ipotesi di reato e non l’emanazione di una sentenza di condanna o di assoluzione da parte del giudice penale.
 
 

N. 2/2018

Periodo di riferimento:

dal 16 al 31 gennaio 2018

Scarica pdf Scarica word

News

31/01/2018

Ok all’avviso di accertamento basato su presunzioni...
Con l’ordinanza 2168/2018, la Cassazione ha confermato...

31/01/2018

No all’applicazione retroattiva della nuova norma...
Con la sentenza 2007/2018, la Cassazione spiega che...

Rassegna Stampa

31 gennaio 2018

Il Sole 24 ore
Sezionale-salvagente per la detrazione
Giorgio Gavelli-Gian Paolo Tosoni (pag.17)

Italia Oggi
Fisco, arriva il Risparmiometro
Cristina Bartelli (pag.26)

Loading

Scadenze

© Copyright OPEN Dot Com Spa - Corso Francia, 121 d - 12100 Cuneo - Tel. 011 5069533 - Mail: info@solmap.it
Cod. fiscale e p. IVA 02926100047 -  Informativa privacy - Cookie Policy