NEWS

14 luglio 2017
“Necessaria una riforma della riscossione locale”
L’audizione del presidente della fondazione Ifel e sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli.
“C’è una assoluta esigenza di procedere ad una riforma profonda della riscossione locale anche perché il nuovo sistema di contabilità comunale impone che i Comuni siano messi nelle condizioni di poter confidare effettivamente su ciò che è oggetto delle loro pretese fiscali. L’obbligo di accantonare in un apposito fondo i crediti di dubbia esigibilità fa si che questo aspetto assuma una rilevanza anche maggiore”. Questo il pensiero di Guido Castelli, presidente della fondazione Ifel e sindaco di Ascoli Piceno, intervenuto in audizione alla Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale sul “Sistema della riscossione dei tributi negli enti locali”.

Secondo Castelli, “le amministrazioni locali devono essere poste in condizione di operare in un contesto di regole chiare e certe, che restituiscano al sistema della riscossione i necessari requisiti di organicità e razionalità, tenendo conto delle peculiarità della riscossione locale, caratterizzata da elevata frammentazione e da importanti quote di crediti di modesta entità”.
 

Stampato da www.solmap.it