NEWS

11 settembre 2017
Antiriciclaggio, ruolo di primo piano per gli Ordini
Riceveranno le segnalazioni di operazioni sospette e applicheranno le sanzioni disciplinari
La nuova normativa antiriciclaggio contenuta nel D.Lgs. n. 90/2017 pone in capo ai Consigli degli Ordini dei Commercialisti una serie di nuovi adempimenti che il CNDCEC ha riassunto nell’Informativa n. 39 dello scorso 8 settembre. Tra questi rientrano l’applicazione delle sanzioni disciplinari a fronte di violazioni gravi, ripetute o sistematiche ovvero plurime degli obblighi antiriciclaggio e il dovere di informano prontamente l'UlF di situazioni, ritenute correlate a fattispecie di riciclaggio e finanziamento del terrorismo, di cui vengono a conoscenza nell'esercizio della propria attività.

I Consigli, inoltre, possono ricevere le segnalazioni di operazioni sospette da parte dei propri iscritti, per il successivo inoltro all'UlF, secondo le specifiche e con le modalità e garanzie di tutela della riservatezza dell'identità del segnalante.
 

Stampato da www.solmap.it