NEWS

11 settembre 2017
Straordinari nel Tfr anche se il lavoratore firma accordo con l’azienda
La Corte di Cassazione, con la sentenza 20976/2017, accoglie il ricorso di un lavoratore
Il contribuente che risolve anticipatamente il suo rapporto di lavoro non perde gli straordinari, che devono essere calcolati nel Tfr. In Cassazione, con la sentenza 20976/2017, pubblicata l’8 settembre, il lavoratore ottiene ragione, con il rigetto della sentenza di merito nella quale i giudici sostenevano che, avendo il contribuente sottoscritto un accordo con l’azienda, egli non avrebbe più avuto diritto al computo degli straordinari nel Tfr.

«La quietanza a saldo sottoscritta dal lavoratore – si legge in sentenza – se contiene una dichiarazione di rinuncia riferita ad una serie di titoli in astratto ipotizzabili in relazione alla prestazione di lavoro subordinato e alla conclusione del relativo rapporto , può assumere il valore di rinuncia o di transazione alla condizione che risulti accertato che essa sia stata rilasciata con la consapevolezza di diritti determinati o obiettivamente determinabili e con il cosciente intento di abdicarvi o di transigere sui medesimi».
 

Stampato da www.solmap.it