NEWS

06 dicembre 2017
Studio ANC sulla rappresentanza della categoria
L’ANC ha pubblicato un documento che identifica gli attori istituzionali della rappresentanza della categoria dei commercialisti.
L’ANC ha pubblicato uno studio che riassume gli aspetti relativi alla rappresentanza nella professione commercialistica, analizzando principalmente l’attività del Consiglio Nazionale e quella delle Associazioni sindacali.

«Il Consiglio Nazionale – osserva l’ANC – e gli Ordini territoriali nel tutelare i terzi e la fede pubblica fanno sì che tutti gli iscritti esprimano garanzia di serietà e professionalità, ovvero direttamente tutelano i cittadini» e che «le Associazioni sindacali, occupandosi dell’attività dei commercialisti e delle norme che riguardano il loro lavoro svolto nell’interesse dei clienti, direttamente tutelano i commercialisti ed indirettamente tutelano i cittadini e le imprese». Ne emerge che «le Associazioni Sindacali sono un ente estremamente flessibile nelle attività e nell’azione, con i vincoli imposti da norme generali e dallo statuto», mentre «il Consiglio Nazionale è un ente estremamente rigido nelle attività e nell’azione, cosi come tutti gli enti di Stato, a tutela dei terzi e della fede pubblica».
 

Stampato da www.solmap.it